Tai Ji Quan

Il Tai Ji Quan ovvero l’arte marziale del principio supremo (si intende l’interdipendenza dello Yin e dello Yang)
L’esercizio del Tai Ji Quan si pratica con movimenti lenti per favorire il giusto grado di tensione e rilassamento (Yang e Yin) nelle posizioni, e per affinare la coordinazione motoria. Successivamente si inseriscono nell’esercizio le tecniche di respirazione e di “visualizzazione”, per ottenere una esecuzione in cui corpo, respiro e mente agiscano insieme.
Il corso di Tai Ji Quan per principianti che propongo, è basato sulla forma delle 24 posizioni dello Stile Yang. Questa forma moderna di TaiJi e particolarmente adatta per chi inizia il percorso di conoscenza di queste Arti. Le sue caratteristiche di “leggerezza”,  fluidità, velocità  costante e ampiezza di movimento, la rendono accessibile a tutti con indubbi benefici psico-fisici.
Il percorso di studio potrà poi proseguire, per chi lo desidera, con l’approfondimento dello stile Yang, e l’apprendimento dell’esercizio con la spada, oppure iniziare un programma integrato di studio delle 3 discipline interne secondo la tradizione Wudang, che al Tai Ji Quan affianca lo stile Ba Gua Zhang (il palmo degli 8 trigrammi) e lo Xing Yi Quan (la boxe dei 5 elementi).
Una breve nota sul mio Maestro e le radici della nostra scuola:
il Maestro Alessandro Mattioli ha perfezionato lo studio delle Arti marziali cinesi, in particolare le Arti Marziali Interne ed il Qi Gong, seguendo Maestri al vertice di queste discipline, e ottenendo in Cina, a compimento di questo cammino, certificati e riconoscimenti da illustri esponenti di questa tradizione. Tai Ji Quan, Xing Yi Quan, Ba Gua Zhang sono praticati nella linea dei Maestri Pei Xi Rong, Pei Wu Jiun, Fong Ru Long, Liu Mei Li, Yang Zhenduo, secondo la tradizione taoista Wudang.
Ha fondato la Scuola di Arti Marziali Kayuntao nel 1985 con lo scopo di proporre una pratica marziale non aggressiva come Via di evoluzione spirituale.